Non solo nel risotto o nella pasta, lo zafferano è buonissimo anche utilizzato nelle salse, sul pesce, per aromatizzare alcune confetture o, come molte altre spezie, per rendere pane e focacce delle preparazioni originali che si prestano ad essere consumate da sole, magari per accompagnare un aperitivo. Come nel caso di questo pane con zafferano e noci, versatile e gustoso tanto da poter essere gustato anche da solo per uno spuntino o un aperitivo; il lievito madre e la lunga lievitazione lo rendono inoltre molto leggero e può essere conservato per alcuni giorni senza perdere fragranza e morbidezza.

Ingredienti
Farina tipo 0 oppure 00, 200 gr
Farina integrale oppure tipo 1, 300 gr
Acqua minerale naturale, 500 gr circa
Olio d’oliva, 3 cucchiai
15 noci
*Lievito madre essiccato, 10 gr
Zafferano: 20 pistilli (o 2 bustine)
Sale 1\2 di cucchiaino
Zucchero la punta di un cucchiaino

Porre i pistilli di zafferano in un bicchiere ed aggiungere circa 200 ml di acqua calda, coprire il bicchiere con un piattino e lasciare in infusione per circa due ore. Se si usa lo zafferano in polvere sciogliere lo zafferano in acqua calda prima dell’uso.
Miscelare in una ciotola le due farine con il lievito ed aggiungere a poco a poco l’acqua: aggiungere prima quella allo zafferano e successivamente acqua semplice, appena tiepida. Mescolare ed aggiungere lo zucchero, due cucchiai d’olio ed il sale. Continuare a mescolare fino ad ottenere un impasto molto idratato e morbido (non è lavorabile sulla spianatoia con le mani, viene mescolato nella ciotola). La quantità di acqua da aggiungere dipende sempre molto dalla qualità della farina; in questo caso ho usato farina integrale in buona quantità ed ho quindi idratato molto l’impasto per usare la procedura di lunga lievitazione simile a quella della pizza senza impasto …… e della focaccia di grano saraceno http://www.pozzobianco.it/wp/?p=5298.


Ungere di olio il fondo e le pareti una ciotola di grandezza tale da poter contenere almeno il doppio dell’impasto ottenuto: porre l’impasto e coprire con pellicola da cucina e successivamente con un canovaccio: lasciare lievitare per 2 o 3 ore in forno spento (a temperatura di 30- 35 gradi), fino al raddoppio del volume. Trascorso questo tempo togliere l’impasto dal forno e sgonfiarlo delicatamente mescolandolo. Coprire ancora la ciotola con la pellicola ed il canovaccio e porla in frigorifero per circa 24 ore (il tempo della lievitazione lenta in frigorifero dipenderà dalla vostra tabella di marcia e potrà variare dalle 15 alle 32 ore circa).
Togliere quindi la ciotola dal frigorifero ed aggiungere all’impasto le noci grossolanamente spezzettate. Mescolare e lasciare l’impasto a temperatura ambiente (o meglio a circa 30-35 gradi) per due ore; versarlo in uno stampo rettangolare a bordi alti rivestito di carta antiaderente e cuocere in forno a 190-200 gradi per circa 30 minuti.

Durante la cottura in forno, per evitare che la superficie del pane secchi troppo, porre anche una piccola ciotola piena d’acqua (che creerà un po’ di umidità).
Lasciare raffreddare prima di servirlo tagliato a fette o a quadretti